L’inchiesta sul giornalismo scientifico

schermata-2011-05-04-a-15-26-50L’Ordine dei Giornalisti della Lombardia mi ha chiesto all’inizio del 2011 di scrivere la cover story della rivista Tabloid sul giornalismo scientifico, che è uscita nel numero di marzo-aprile, alla vigilia del 7° congresso mondiale dei giornalisti scientifici, in cui Daniela Ovadia ed io abbiamo prodotto due sessioni sulla biooetica e sulla comunicazione del rischio. A quel congresso parteciparono anche cinque colleghi lombardi, grazie alle borse di studio messe a disposizione proprio dall’Ordine dei giornalisti della Lombardia su proposta della nostra associazione professionale Science Writers in Italy.
(L’articolo è disponibile online nel sito di Science Writers in Italy ed è scaricabile in PDF nell’impaginazione originale)

WCSJ Doha 2011

Al 7° Congresso mondiale dei giornalisti scientifici di Doha (Qatar), Daniela Ovadia e Fabio Turone hanno prodotto due sessioni sulla bioetica e sulla comunicazione del rischio. A quel congresso parteciparono anche cinque colleghi lombardi, grazie alle borse di studio messe a disposizione proprio dall’Ordine dei giornalisti della Lombardia su proposta della nostra associazione professionale Science Writers in Italy.

With some of the Italian colleagues in Doha. Con alcuni dei colleghi italiani presenti a Doha. From left/ Da sinistra: Chiara Albicocco, Nicla Panciera, Valentina Murelli, Amelia Beltramini, Daniela Ovadia, Fabio Turone, Giovanni Spataro e Chiara Palmerini.

Daniela Ovadia and Fabio Turone participated in the 7th World Conference of Science Journalists that took place in Doha (Qatar), both producing a panel in which they were  also speakers: Daniela spoke about bioethics, while Fabio spoke about risk.